x

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt

Data-driven Strategy: filosofia e strategia di un’azienda basata sui dati

data-driven strategy lyb

Data-driven Strategy: filosofia e strategia di un’azienda basata sui dati

“Data is the new oil”: i dati oggi valgono davvero quanto il petrolio, anche se molte realtà devono ancora rendersene conto.

Stiamo parlando di informazioni preziose utilizzate quotidianamente come base per il ragionamento, l’analisi e il dibattito, ma che nella maggior parte dei casi restano un bene immensamente non sfruttato.

Senza dati sei solo un’altra persona con un’opinione.


William Edwards Deming

Il dato è quindi il petrolio di cui ogni azienda ha bisogno per sbloccare il suo pieno potenziale. Questo è uno dei nuovi obiettivi chiave per le organizzazioni nel contesto tecnologico caratterizzato dall’impatto dell’intelligenza artificiale, dei Big Data e dell’IoT: diventare un’azienda Data-driven.

Ma cosa significa esattamente?

Un’organizzazione Data-driven mette i dati e le analisi in primo piano nella propria strategia aziendale, nei propri sistemi e processi. Si tratta di creare una mentalità, una cultura abbracciata da tutti i livelli dell’organizzazione in cui l’analisi e l’interpretazione dei dati costituisce la base di tutte le decisioni strategiche aziendali.

Il dato è la valuta fattuale che differenzia l’azienda dalla concorrenza!

Le organizzazioni Data-driven utilizzano i dati come una risorsa aziendale di base, consapevoli che ciò sta rapidamente rivoluzionando il mondo, per ottenere processi aziendali migliori, più veloci ed economici. Ad oggi tutto può essere testato, misurato e migliorato.

“Se riesci a misurarlo, puoi migliorarlo”.

Quali vantaggi si possono avere adottando una filosofia aziendale “Data-driven”?
#1 Abbattere i silos favorendo la condivisione dei dati

I dati aziendali appartenenti alle varie aree aziendali vengono spesso archiviati nuegli stessi dipartimenti, creando “silos” che ostacolano gravemente la comunicazione interna. Perché i dati siano trasformativi, devono essere condivisi su ogni canale cosicché ogni dipartimento possa lavorare in modo collaborativo.

La condivisione di informazioni e approfondimenti è necessaria per formulare strategie più unificate e maggiormente focalizzate sul raggiungimento degli obiettivi aziendali. Il potere dei dati sta in ciò che i team ne fanno. Le intuizioni giuste devono essere prontamente accessibili, interpretabili e attuabili nel momento del bisogno.

#2 Ottimizzazione della canalizzazione di vendita

Utilizzando metriche chiave è possibile tenere traccia del numero di opportunità o lead nella canalizzazione. Le analisi dei dati possono essere utilizzate per guidare le decisioni su quali potenziali clienti contattare, quando e come farlo e quali canali funzionano meglio per la divulgazione.

Il risultato finale è che le organizzazioni che sfruttano le conoscenze sui big data sono in grado di investire in modo più efficiente tempo e impegno in quei lead che molto probabilmente diventeranno clienti redditizi.

#3 Più agile e sensibile alle tendenze dei consumatori

La maggior parte delle aziende ha una buona conoscenza dei propri clienti tipici e ideali. Analizzando i loro comportamenti di acquisto e testando nuovi metodi, è possibile individuare opportunità per fidelizzare i consumatori o capitalizzare sulla crescente popolarità di un prodotto o di una categoria.

Informazioni e approfondimenti sulle preferenze o convinzioni dei consumatori possono essere utilizzati per personalizzare prodotti e servizi per le offerte future.

#4 Creazione di nuovi prodotti e servizi

Quando si tratta di decidere se investire nello sviluppo di nuove offerte vale la pena prestare attenzione ai risultati dell’ascolto sociale, ovvero a ciò che si impara ascoltando il proprio pubblico e target di riferimento.

Quindi, prima di spendere tempo e denaro per espandere l’offerta, queste informazioni possono aiutare a determinare non solo il lancio di un nuovo prodotto, ma anche la tipologia di prodotto e/o servizio che abbracciano i propri clienti.

#5 Ridurre il rischio in modo significativo

È possibile utilizzare i propri dati di vendita per verificare se tali dati si allineano ai comportamenti di acquisto dei propri clienti. Questa analisi dei dati aiuta a fornire alle aziende informazioni fondamentali sul successo di nuovi prodotti tenendo presente la loro base di clienti.

Ciò consente alle aziende di prevedere in anticipo e ridurre il rischio di fallimento delle risorse e tempi di inattività.

#6 Proattività per essere un passo avanti alla concorrenza

L’adozione di una strategia basata sui dati consente alle aziende di essere agili. E in ambienti altamente competitivi, le imprese che possono ruotare rapidamente e regolare la rotta sono quelle che sopravvivono.

Sfruttando in modo efficace e proattivo l’enorme quantità di dati è possibile identificare opportunità di business prima della concorrenza. Un vantaggio competitivo significativo per costruire servizi e prodotti migliori!

Il mondo basato sui dati

Per la maggior parte delle aziende, i dati e le analisi sono importanti per promuovere l’eccellenza operativa e favorire relazioni migliori con i clienti. Le organizzazioni innovative utilizzano nuove tecnologie e approfondimenti per fare un ulteriore passo avanti e ripensare l’intera strategia, o persino elaborare nuovi modelli di business creativi.

Ora che conosci l’importanza di creare una strategia Data-driven nella tua organizzazione, non perderti le prossime news perché è giunto il momento di imparare i 5 passaggi fondamentali che la tua azienda potrà intraprendere per diventare un’azienda Data-driven!

Vuoi saperne di più?

L’evoluzione per diventare un’organizzazione basata sui dati è in atto!

Post a Comment